Una significativa galleria fotografica perché le immagini dicono sempre più di tante parole, spesso volutamente interessate.
L’Ordine Militare del SS. Salvatore di S. Brigida di Svezia, riorganizzato dagli Abbate de Castello, vive ininterrottamente da 151 anni e da circa 70 ne viene documentata l’attività anche con materiale cinefotografico.

In questi 150 anni si è sempre operato in comunione con la Chiesa Cattolica pur essendo il nostro un Ordine laico ed indipendente.

Le opere assistenziali e benefiche sono state sempre fatte su segnalazione dei Cardinali o Vescovi Gran Priori; le cerimonie d’Investitura e di Professione di Fede si sono svolte sempre all’interno di Chiese Cristiane e sono state celebrate dai Priori o Cappellani; questo perché il senso vero dell’investitura non è il ricevimento dell’ insegna in se ma il giuramento di fedeltà fatto a Cristo, alla Sua Chiesa e solo dopo all’Ordine così come voluto da S. Brigida.

Le immagini che non mostriamo sono quelle dei bambini e bisognosi, oggetto delle opere assistenziali effettuate; il preminente rispetto morale e della dignità della persona sopravanza qualsiasi altra esigenza. Le leggi dello Stato stesse impediscono giustamente di mostrare volti di minori.

L’attività ambulatoriale gratuita in Italia che l’Ordine effettuava diversi anni orsono è cessata con l’inizio del l’assistenza obbligatoria gratuita a tutti i cittadini, continuarla sarebbe stato sicuramente lucroso ma inopportuno ed inutile.

Le foto che inseriamo in questo album sono state scelte a caso, tra migliaia, perché la depredazione, durata 5 mesi, che ha subito la sede del Magistero in Via Cervantes 55 a Napoli. non ha permesso di ritrovare gli oggetti, le foto e i documenti, così come erano state archiviati. La pubblicazione delle foto sarà incrementata con l’inserimento di tantissime altre foto significative.

Moltissimi documenti ed oggetti sono stati “asportati” con uno zelo ed una precisione che mostrano una mano sciente e consapevole; molti incartamenti erano fondamentali per l’Ordine ma, con l’aiuto del SS. Salvatore, della Vergine Maria e di S. Brigida, si riuscirà a ricostruire tutto. Solo per caso parte della storica documentazione era ed è in possesso dell’attuale Gran Maestro conte Federico Abbate de Castello.

Le immagini, quindi, servono a trasmettere quella che è l’ininterrotta attività di questa Cavalleresca Istituzione negli ultimi 70 anni, sempre affianco della Chiesa Cattolica nella difesa e propagazione della Fede Cristiana e nei Suoi valori fondanti che mai come in questo momento vengono messi in discussione da tante parti in modo consapevole e mirato e mai come in questo momento la cristianità tutta ha il dovere di rimanere unita per difendere quei valori che le sono propri e che sono stati e sono alla base della democrazia in Europa; anche coloro i quali si professano non credenti o di altre religioni, sono sicuramente cresciuti con cultura e valori cristiani ed hanno rispetto per la dignità, la libertà e la sacralità della vita dell’uomo.

L’obiettivo primario dei Cavalieri di S. Brigida è appunto quello di salvaguardare e difendere la “cristianità e i suoi valori” utilizzando la parola e la verità che da Cristo discende.

Concludiamo riportando le testuali parole che S.E. il Card. Corrado Ursi, Arcivescovo di Napoli volle indirizzarci e che oggi risuonano più che mai attuali e veritiere:

“Benedico quanti, uniti nell’Ordine Cavalleresco del SS. Salvatore e S. Brigida, penetrano a fondo il senso della Chiesa e si fanno araldi dei valori cristiani, irradiano la Verità e la Grazia Divina, difendono i poveri, elevano gli umili, testimoniano il Vangelo con la vita.
f.to Card. Corrado Ursi
Arcivescovo di Napoli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment