CAP VII

CAP I | CAP II | CAP III | CAP IV | CAP V | CAP VI | CAP VII | BIBL | NOTE

Dopo aver reso l’estremo omaggio al Reggente, con una austera cerimonia presso la chiesa di Santa Brigida, il nuovo conte Abbate ha intrapreso, con la determinazione che gli deriva dalla sua esperienza di ufficiale di Aeronautica, e con il senso della dignità proprio di un epigono di una illustre tradizione familiare, ad una nuova riorganizzazione dell’Ordine. Primo obiettivo, riunire gli insigniti reperibili, alcuni dei quali – per un complesso di motivi – avevano perso, anche da anni, i contatti con l’Ordine; secondo, dare “visibilità” all’Ordine stesso, con la creazione di un sito internet apposito; terzo, attirare nuovi proseliti, non senza averne valutato l’idoneità personale e l’attitudine morale e civile a far parte dell’Ordine, col dovuto rigore. In attesa della nomina del nuovo Supremo Consiglio [118] è stato nominato, con funzioni consultive, un Consiglio Direttivo Ordinario, che ha il compito di esaminare le complesse problematiche, connesse al rilancio dell’Istituzione, e riferire al Gran Maestro. Altro obiettivo: ripresa dell’attività benefica, lasciata interrotta dal Reggente. Sarà indirizzata, da un lato, alla storica chiesa di Santa Brigida alla Galleria[119], punto di riferimento delle cerimonie e delle riunioni dell’Ordine; dall’altro, alle benemerite Brigidini dell’Eremo dei Camaldoli, le quali, nello spirito della comune devozione verso la Santa, hanno ripreso i contatti con i confratelli e le consorelle dell’Ordine Militare. Ma, circa le iniziative, strettamente attuali, informa il sito ufficiale, assieme al sito della sezione pugliese di Lucera[120], dove, sotto la guida del Gr.Uff. avv. Raffaele Prezioso, opera una comunità di Cavalieri Brigidini, molto attiva e motivata. Tutto questo a maggior gloria di Dio, e della Santa. Ella che <<Pendentis pendente Dei verba accepit aure, accipit at Verbum corde Brigitta Deum>>. <<Con orecchio sospeso ascoltava le parole del Dio sospeso, ma con il cuore Brigida accoglie il Verbo Dio>>[121]. * * *

Chi scrive ringrazia il Gran Maestro conte Abbate, che l’onora della sua nobile amicizia, dei materiali circa la storia dell’Ordine, che sono stati messi a frutto in questo lavoro. Certo la trattazione sarà, per un lettore esperto ed informato, talora lacunosa o imprecisa. Per questo, l’A. ringrazia fin d’ora coloro che vorranno far pervenire suggerimenti o correzioni.

Gennaio 2010 r.r.