Auguri del Gran Maestro – Conte Federico Abbate de Castello

Il giorno 23 dicembre nella Chiesa di Santa Brigida in un clima di grande commozione e spiritualità il Gran Maestro ha formulato gli Auguri del Santo Natale ai Cavalieri dell’Ordine Militare di S. Brigida. Ha officiato Padre Raffaele Tosto. Sono intervenute le Suore di S. Brigida a testimoniare l’amicizia tra i due Ordini, quello Militare e quello Monastico-
Riportiamo di seguito gli Auguri del Gran Maestro conte Federico Abbate de Castello.
PS. ci scusiamo per la qualità delle foto ma, causa un incidente, il fotografo non è riuscito a raggiungere la Chiesa.

———————————————————————————————-

Carissimi Fratelli e Sorelle in Cristo,

quest’anno ricorre il 150° anniversario della ricostituzione del nostro Ordine ad opera del mio Avo di venerata memoria, il conte Vincenzo Abbate de Castello senior; da allora la nostra famiglia ha guidato questa Cavalleresca Istituzione nel rispetto delle regole dettate dal Santissimo Salvatore a S. Brigida di Svezia sempre al fianco della Chiesa Cattolica.
Questi 150 anni sono stati caratterizzati anche da vicissitudini ed accadimenti non sempre favorevoli ma sono stati affrontati senza mai arrendersi e scoraggiarsi.

Ci hanno fatto luce, nel buio di difficoltà ed ostracismi, le nostre armi più significative: la Fede e la Verità

Il 26 dicembre di 35 anni fa si spegneva la cara esistenza di mio padre, il conte Vincenzo Abbate de Castello jr, 3° Gran Maestro dell’Ordine, uomo colto ed illuminato, connotato da signorile nobiltà ed umiltà al tempo stesso, il cui ricordo mi guiderà nel percorso intrapreso.

L’anno 2009, causa l’improvvisa morte del Reggente da me nominato nel 1975, l’Avv. Mario Costantini, ho riassunto la guida dell’Ordine e con esso un cammino che è anche un progetto di vita.
Nel riabbracciare la carica di Gran Maestro ho sentito e vissuto appieno il senso della grande responsabilità con essa connaturata, ed il peso dell’enorme lavoro che mi aspetta per riportare l’Ordine alla sua massima
espansione; lavoro reso ancor più gravoso a causa del devastante furto che ha subito la sede dell’Ordine di via Cervantes a Napoli.
Confido nell’aiuto del Signore, della Vergine Maria e di S. Brigida di Svezia.
In questo immane lavoro mi sono di sostegno il Consiglio Ordinario dell’Ordine ed alcuni Confratelli che pubblicamente ringrazio, così come ringrazio Padre Raffaele Tosto, nostro Confratello, nostro Cappellano e soprattutto guida spirituale dei Cavalieri napoletani.

La splendida, monumentale e storica Chiesa che oggi ci ospita è da lui magistralmente diretta e noi gliene siamo grati e riconoscenti.
Sarà sicuramente oggetto di primaria attenzione del nostro Ordine.

Un grazie particolarmente sentito alle Suore di S. Brigida che con la loro presenza hanno voluto testimoniare la “comunione spirituale“ tra i due Ordini.

Ho conosciuto, in questi mesi, persone unite dagli stessi ideali ed intenti e soprattutto pervasi da una grandissima e sincera spiritualità che è alla base dei nostri valori cristiani.

Tutti i nostri Cavalieri sono egualmente colmi di quella fede religiosa di cui S. Brigida permeò la propria vita.

Essere Cavaliere di S. Brigida oggi significa esserlo nel cuore e nella mente; essere Cavalieri del SS. Salvatore comporta una professione di fede che vincola alla testimonianza sincera e costante della Cristianità, della sua Chiesa, dei suo valori e della nostra Cavalleresca Istituzione; questa testimonianza la si esercita non con le armi ma con la parola, la fede, l’esempio di vita e con una dimostrazione di massima disponibilità ed apertura verso i bisognosi, i malati e tutte le persone meno fortunate.
Oggi, più che mai, la Cristianità, la Chiesa Cattolica, i valori e la cultura che da essa discendono sono seriamente minacciati da continui e concentrici attacchi; non vederli o sottovalutarli significa soccombere ed è per questo motivo che, senza remore e timore, è nostro compito affermare con determinazione la verità del nostro credo e la cultura delle nostre radici cristiane.
La ricorrenza del Natale ci riporta alla mente, con maggiore forza, la venuta tra noi del Cristo, che fattosi Uomo, ci ha indicato la Via.
La Sua Via è fatta di pace, fratellanza, fede e carità; S. Brigida seppe interpretare il Suo messaggio in modo fedele e veritiero.
I Cavalieri di S. Brigida non utilizzarono mai armi ma adoperarono, come noi oggi, la parola, la preghiera e l’esempio, e più che mai la disponibilità verso gli altri.
Nell’augurarvi Buon Natale Vi invito, fratelli e sorelle in Cristo, a vivere questi giorni assieme ai vostri cari senza distogliere il vostro pensiero dalle persone meno fortunate che sicuramente ognuno di Voi conosce ed aiuta.
Auguro, a Voi tutti ed a me stesso, di ritrovare la pace, la serenità, la fede e l’apertura verso chi ha bisogno di noi, della nostra presenza e del nostro sostegno, quella che il Cristo e noi cristiani chiamiamo carità nel
senso più vero e nobile della parola e che è alla base degli scopi del nostro Ordine.
Rinnovo a nome mio,delle Luogotenenze, Sezioni e Delegazioni impossibilitate per motivi contingenti ad essere stasera qui presenti, i miei più sinceri e cavallereschi auguri di un sereno e felice Natale a Voi ed ai Vostri cari con la speranza che questo stato di disponibilità e carità verso gli altri Vi accompagni e guidi sempre.

Federico Abbate de Castello
Gran Maestro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.